Coronavirus in Bulgaria: la situazione attuale

Coronavirus in Bulgaria

Aggiornamento in tempo reale: 379 Contagiati, di cui 13 persone sono in gravi condizioni, 8 decessi.

Anche se è stata uno degli ultimi stati in cui è arrivato il Coronavirus, il governo della ha predisposto lo stato di emergenza e delle serie misure per prevenire una diffusione su ampia scala com’è successo in Italia.

Cinema, bar, locali: tutti i luoghi in cui si rischia un alto affollamento di persone sono stati chiusi. Restano aperti solo negozi di alimentari, farmacie, istituti sanitari, assicurativi e banche.

Casi positivi di Covid-19

Al momento in Bulgaria si contano 339 casi di contagio e i numeri crescono rapidamente, con 14 nuovi positivi in un solo giorno.

Sono, invece, 13 le persone in terapia intensiva che utilizzano i respiratori. In molte città si stanno attrezzando non solo ospedali, ma anche centri sportivi, per raccogliere contagiati con sintomi gravi.

Ci sono anche 8 decessi: si tratta di una coppia sposata ed un anziano, tutti e tre avevano gravi patologie pregresse.

Ci sono anche i primi guariti, che sono stati dimessi dagli ospedali. Essi però dovranno rimanere a casa, in quarantena per un periodo di 21 giorni, prima di poter tornare ad uscire normalmente

Arrivo ed diffusione del virus

Confermati anche i test positivi città di Varna. Nell’ospedale in cui si è registrato il caso, l’accesso è limitato solo a pazienti che hanno necessità di cure urgenti.

Il virus si sta espandendo rapidamente in tutto il paese con una media del 10-15% di aumento dei contagi ogni giorno.

Stato di emergenza e misure

Dal 18 Marzo la Bulgaria ha limitato l’accesso a persone provenienti da Cina, Iran, Bangladesh, India, Maldive, Nepal, Sri Lanka, Spagna, Italia, Corea, Francia, Germania, Paesi Bassi, Svizzera, Regno Unito e Irlanda del Nord.

É arrivato anche il divieto di spostarsi da città a città, senza alcun valido motivo. Sono stati già sistemati posti di blocco nelle postazioni strategiche per controllare chi entra ed esce dalle città principali. Inoltre pattuglie sorvegliano continuamente le strade tra le piccole cittadine e villaggi.

Divieto di uscire nei parchi e luoghi di raduno: i principali parchi sono stati chiusi e controllati da poliziotti

Agli anziani è stato consigliato di fare la spesa tra le 8.30 e 10.30, una fascia oraria in cui sarà vietato ai giovani l’accesso ai supermercati

Gran parte della popolazione, però, sembra incurante del pericolo e alcuni locali sono rimasti aperti nonostante il divieto. Per questo sembra che le misure prese verranno irrigidite nel giro di qualche ora.

Per adesso ci sono anche già 4 arrestati per non aver rispettato la quarantena e rischiano una multa tra 10000 e 50000 leva (corrispondenti a 5.000 – 20.000€).

Se siete in Bulgaria, restate a casa! Condividi questo articolo con i tuoi amici e convincili a prendere ancora di più sul serio questa pandemia!

Coronavirus in Bulgaria