Nave antica giace intatta sul fondo del Mar Nero

esplorazione nave antica sul fondale

Recente scoperta marina rivela segreti di oltre 2400 anni fa.

Una squadra scientifica con partecipazione bulgara ha trovato i resti intatti della nave più antica trovata finora sul fondo del Mar Nero. Un tale tipo di navi mercantili antiche è stato osservato solamente dalle immagini sulle ceramiche.

Il prof. John Adams del Centro di Archeologia Marittima presso l’Università di Southampton ha dichiarato che non avrebbe mai immaginato di poter trovare una nave antica intatta a due chilometri di profondità. Aggiunge ancora che la scoperta cambierà le nostre conoscenze della cantieristica navale e della navigazione nell’antichità.

Da tre anni il progetto scientifico del Black Sea Map conduce delle ricerche sul fondo del Mar Nero che copre una superficie di oltre 2.000 chilometri quadrati lungo la costa bulgara. I sondaggi sono stati condotti grazie a due robot che elaborano delle immagini 3D. È stata presa anche una prova per datare il relitto.

La squadra scientifica ha trovato oltre 60 relitti da navi dall’antichità fino al XVII° secolo. Quelli più antichi sono stati scoperti ad una tale profondità dove manca l’ossigeno il che ha permesso la loro conservazione per migliaia di anni.

La spedizione scientifica è condotta grazie alla collaborazione dei scienziati dell’Università di Southampton ed il Museo Nazionale Archeologico bulgaro, l’Accademia Scientifica Bulgara ed il Centro di Archeologia Marittima.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *